Call for papers: Hegel, la storia e noi

 

P.O.I – Points of Interest n. 4, I/2019 (giugno)

 

 La rivista semestrale “P.O.I. – Points of Interest” invita ricercatori e studiosi di filosofia, e ambiti disciplinari affini, a contribuire al numero I/2019 della rivista, sviluppando il tema in oggetto, in conformità ai criteri e ai termini di seguito indicati, a partire da una o più delle riflessioni proposte. Nel celebre passo della Filosofia del Diritto, Hegel indicava il compito più arduo e, per ciò stesso, ineluttabile della filosofia: la comprensione del proprio tempo storico mediante il pensiero. Tale affermazione conferma il carattere della filosofia hegeliana come un pensiero del reale che, come sostiene Jean Hyppolite, «appare come uno sforzo eroico per ridurre la “trascendenza verticale” a una “trascendenza orizzontale”». Nel tentativo di fare luce su questa enorme eredità, il numero si propone di sollevare alcune domande connesse al problema dello Zeitgeist attuale: ci sono (e, se sì, quali?) categorie hegeliane che riescono a cogliere i problemi del nostro tempo? La sfida proposta è quella di misurare il ‘pensatore dialettico per eccellenza’ attraverso il confronto con le fratture aperte del mondo contemporaneo, allo scopo di verificare la persistenza o la dissoluzione dei suoi modelli interpretativi. La filosofia di Hegel – e le sue relative categorie – sono da considerare marginali, inadeguate a spiegare il nostro tempo o si prestano a una riscoperta che potrebbe trovarle ancora feconde?

Saranno particolarmente apprezzate proposte riguardanti:

  • Le prospettive contemporanee di filosofia della religione in dialogo con Hegel;
  • La possibilità di una contemporanea filosofia della storia a partire da Hegel;
  • Il concetto contemporaneo di lavoro indagato attraverso la lettura hegeliana;
  • Le contemporanee analisi della mediazione e della sua funzione;
  • L’eredità dell’hegeliana filosofia della natura;
  • Le prospettive aperte dalla logica hegeliana;
  • Il problema dell’Altro e del riconoscimento.

Per modalità e termini di invio dei contributi, si osservi quanto di seguito indicato:

  • La risposta al presente CFP dovrà essere preceduta dall’invio di un abstract, che sarà sottoposto a valutazione preventiva da parte della redazione sulla base della sua attinenza al tema così come declinato nella Call.
  • Termine ultimo per l’invio dell’abstract (circa 2000 caratteri, spazi inclusi): 15 febbraio 2019.
    La comunicazione dell’esito delle valutazioni avverrà alla scadenza del termine.
  • Termine ultimo per l’invio del contributo integrale (20.000 – 60.000 caratteri, spazi inclusi): 30 aprile 2019.
  • I contributi devono essere inediti e non devono essere già stati sottoposti a valutazione per altre riviste.
  • Le lingue accettate per la presentazione dei contributi sono: italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo.

La rivista utilizza un sistema di double blind peer-review. I contributi, nella versione integrale, dovranno essere accompagnati da: nome dell’autore, titolo del contributo, abstract in lingua originale e in inglese (max. 2000 caratteri ciascuno, spazi inclusi), 5 parole-chiave o tag in lingua originale e in inglese; dovranno includere inoltre l’indirizzo e-mail dell’autore e un breve profilo dell’attività scientifica.

Norme editoriali al link http://poireview.com/norme-editoriali/.

Gli elaborati andranno consegnati al seguente indirizzo: redazione@poireview.com

English version

Call for Papers: Hegel, the History and Us

P.O.I. – Points of Interest No. 4 (I/2019) (June)

The theme is to be developed in accordance with the criteria and terms further indicated, by taking a cue from the following:

In the famous passage of the Philosophy of Right, Hegel indicated the most difficult and, for this reason, unavoidable task of philosophy: the understanding of one’s own historical time through thoughts. This statement confirms the nature of Hegelian philosophy as a reality-oriented thinking which, as Jean Hyppolite maintains, «appears as a heroic effort to reduce “vertical transcendence” to a “horizontal transcendence”». In the effort to shed light on this enormous legacy, the issue aims to raise some questions related to the problem of the current Zeitgeist: are there (and, if so, which?) Hegelian categories able to grasp the problems of our time? The proposed challenge is to measure the ‘dialectical thinker par excellence’ by comparison with the open fractures of the contemporary world, in order to verify the persistence or dissolution of his interpretative models. Hegel’s philosophy – and its related categories – are to be considered marginal, inadequate to explain our time or are they open to a rediscovery that might still find them fruitful?

A non-binding list of possible, and particularly appreciated, aspects of the issue can be found below:

    • Contemporary perspectives of the Philosophy of Religion in dialogue with Hegel;
    • The possibility of a contemporary Philosophy of History along the lines of Hegel’s model;
    • The contemporary concept of work investigated through Hegel’s keys to understanding;
    • The contemporary analyses of mediation and its function;
    • The legacy of Hegel’s Philosophy of Nature;
    • Perspectives opened by Hegelian logic;
  • The problem of the Other and of Recognition.

For procedures and terms of submission, kindly note the following:

  • All participants are required to send an abstract, which will undergo prior evaluation by the editorial board and will be selected on the basis of its relevance to the issue as stated in the CFP.
  • Abstract (about 2,000 characters, including spaces) submission deadline is February 15, 2019. The result of the assessment will be communicated to the authors after the expiry of the deadline.
  • Paper (20,000 – 60,000 characters, including spaces) submission deadline  is April 30, 2019.
  • Papers must be unpublished and not be simultaneously submitted to other journal for evaluation.
  • The languages accepted are: Italian, English, French, German, Spanish.

P.O.I. uses a system of double-blind peer-review.
All papers must contain: the name of the author, the title of the contribution, an abstract (up to 2,000 characters, including spaces) and 5 keywords, both in the language the article is written in and in English; they must also include the author’s e-mail address and a brief profile of his or her scientific activity.
The Editorial Guidelines can be found at the following link: http://poireview.com/norme-editoriali/
Papers shall be sent to the following email address: redazione@poireview.com